DIREZIONE PUGLIA, ALLA SCOPERTA DELLA “MASSERIA GAGLIARDI”

Ci troviamo nelle terre dell’antica Puglia, precisamente a San Donato, una piccola frazione di Taranto, a casa di un nostro caro amico Fabio Lisi, un neoimprenditore, innamorato della propria terra. La location si trova a soli 2 chilometri dalle splendide acqua cristalline della Litoranea Salentina e immersa nel verde delle sue campagne.

San donato è una zona incontaminata, un posto dove pare che il tempo si sia fermato, dove sono ancora molto diffuse le tradizioni e i lavori più antichi (basta vedere le innumerevoli distese di uliveti, vigneti e campi di grano) e dove diverse sono le masserie presenti nel territorio. In questi ultimi anni San donato sta vivendo un periodo di rilancio turistico e territoriale grazie appunto alla rinascita di queste masserie. È qui che sorge la Masseria Gagliardi, antica struttura che risale alla fine del 700

La Masseria Gagliardi, nasce per esigenze lavorative. Essa consiste in un complesso di edifici rurali, all’interno del quale vengono svolte attività agricole e di allevamento.

Nel corso del 700 la vita di società dell’aristocrazia tarantina fu percorsa da una vera e propria rivoluzione dei costumi. Superando vecchi tabù di campagna come limite della civiltà, si fece strada fra nobili e borghesi, la moda della villeggiatura. L’agiato proprietario pianificava quindi, unitamente alla propria famiglia e al numero ricco di servitori, di trascorrere all’interno della rispettiva proprietà di campagna una parte dell’anno coincidente in genere con la bella stagione. Nacque così la “Casina”, complesso edilizio tipicamente rurale destinato a scopi residenziali, inseriti in una masseria. Alla casina si associava spesso una cappella per la celebrazione della messa, ed un giardino recintato dove si coltivavano alberi da frutta.

Dopo una serie di interventi di ristrutturazione della struttura, ma con l’intento sempre di lasciare tracce del passato, la Masseria è pronta per rinascere e dare nuova luce e nuove opportunità al territorio. Ricoperta interamente da tufo bianco e carparo, Masseria Gagliardi oggi, al piano superiore, presenta 4 camere per la ricezione alberghiera. A ognuna di essa le è stata attribuita un nome che richiama i temi campagnoli. Abbiamo così la camera del grano, della vita, dell’ulivo e degli agrumi. Le 4 camere hanno in comune un una vasto salone con una vista panoramica che dà sul giardino e in particolare sull’aranceto della masseria. Al piano inferiore invece, lì dove un tempo vi era il palmento, oggi abbiamo una vasta sala per la ricezione di eventi di diverso tipo, oltre alla presenza di due salette, rese ancora più intime dalla presenza di due vasti camini.

A ognuna di essa le è stata attribuita un nome che richiama i temi campagnoli. Abbiamo così la camera del grano, della vita, dell’ulivo e degli agrumi. Le 4 camere hanno in comune un una vasto salone con una vista panoramica che dà sul giardino e in particolare sull’aranceto della masseria. Al piano inferiore invece, lì dove un tempo vi era il palmento, oggi abbiamo una vasta sala per la ricezione di eventi di diverso tipo, oltre alla presenza di due salette, rese ancora più intime dalla presenza di due vasti camini.

Masseria Gagliardi è il posto giusto per vivere un’esperienza a contatto con la natura nel migliore dei modi, magari assaporando una tipica frisella pugliese, seduti in giardino, al tramonto, e gustando un buon calice di Primitivo. L’intento è quello di far conoscere le bellezze e le tradizioni caratteristiche di questo territorio, e quale momento migliore se non questo per promuovere il turismo made in Italy. Ripartire tutti insieme e viaggiando alla scoperta di luoghi incantevoli e molte volte sconosciuti, che il territorio italiano ci offre.