Chi ha paura di un Ostello?

Un territorio incontaminato all’interno del Parco Nazionale del Pollino

La storia è semplicissima, nasce questo progetto, come un esperienza da portare avanti nel panorama del “Turismo Smart” nel gennaio del 2017 con l apertura di una prima location, sul Fiume Lao un B&B, particolarissimo curato nei particolari, precisamente a Papasidero (CS).

Ma l’idea non si ferma e continua così il suo percorso, in che modo? Lo Staff di gestione della struttura aumenta, si decide in una notte di autunno, di recuperare un locale dismesso, un Ex Ristorante abbandonato da anni, lasciato lì, con i suoi mille ricordi, dentro, che vagano in un ambiente così grande inutilizzato, le amicizie create le risate fuori al portico sotto le stelle, ricordi di gente che entrava ed usciva in continuazione, ricordi di clienti che non potevano fermasi neanche per un un pasto al volo perché non c era più posto… 

Non c’è definizione per questo luogo, InOstello è un (bellissimo) stato d’animo.

Non è un luogo comune.
Perché se vivi, tra la Valle del Fiume Lao e le meraviglie della costa Tirrenica, tra la storia di una delle Grotte più antiche d’Europa e la riviera dei Cedri, respiri l’aria di un luogo unico.

InOstello nel senso meno tradizionale del termine: ospita viaggiatori e clientela variegata che amano la natura e l’adrenalina, che si può provare esclusivamente, solo sul Fiume Lao.

Seduti su sedie (difficilmente uguali tra loro) avventurieri di diversa provenienza geografica, studenti, turisti da tutto il mondo, InOstello funziona così: trovi una sedia e ti siedi, consapevole del fatto che riuscirai a trasmettere l’esperienza del tuo viaggio ad un’altra persona, in questo location, la condivisione è fondamentale. È un luogo di cimeli, storie, adesivi sulle valigie. Lo slogan del locale parla chiaro: “Questa casa non è un albergo”, no – infatti – è molto di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *